Natural Mineral Powder - Benecos

marzo 01, 2018

Ho iniziato ad utilizzare più assiduamente fondi minerali circa un paio di annetti fa. In estate, le rare volte che ho applicato il fondotinta era in polvere. E da questo inverno sto iniziando ad utilizzarlo anche con il freddo.
Prima mi era impossibile, la pelle si mostrava immediatamente piena di pellicine, secca. Ora, forse complice una routine viso più consapevole alle reali esigenze del mio viso, riesco ad ottenere un bell’effetto naturale anche con il freddo e ne sono più che soddisfatta perché l’aspetto del mio viso risulta uniforme, curato, esattamente come con un fondotinta liquido, ma la sensazione che ho io è sicuramente meno di pesantezza. Infatti inizio a soffrire poco i fondi liquidi, specialmente quelli belli coprenti e magari un po’ più cremosi: le rare volte che lo applico, o ne applico una quantità talmente irrisoria da compensare usando un fondo minerale a mo’ di cipria, oppure lo “diluisco” con un po’ di crema, così da limitare il senso di cerone.

Negli ultimi tempi (ed intendo da almeno un anno e mezzo a questa parte), la mia pelle non disdegna un’idratazione bella ricca, tanto da bersi letteralmente anche la crema più pesante che possiedo, ma mal tollera fondi che non la lasciano respirare. La mia pelle vi ricordo che è mista tendente al normale/secco.


Ora, tutta questa premessa per arrivare finalmente a parlare della Natural mineral powder di Benecos, il nome riassume già da solo tutto ciò che vado cercando. Per questo, e anche perché fino ad allora del marchio avevo solo sentito parlare, ho deciso di acquistarlo ormai un annetto fa circa.
Da quanto ce l’ho, posso dire che è ormai l’unico fondo che mi viene da applicare quando mi trucco. Sia per un trucco da tutti i giorni, sia quando devo essere (o voglio essere) particolarmente in ordine quel giorno.
Il prodotto si presenta sottoforma di polvere finissima, quasi impalpabile, con un leggerissimo profumo talcato. Io lo applico con il pennello n.03 di PuroBio, un kabuki a setole piatte, asciutto con movimenti circolari sul viso per scaldarlo e sfumarlo per bene, così da avere un effetto assolutamente uniforme sul viso.
La colorazione che ho scelto è light sand, che si sposa perfettamente con il mio incarnato: chiaro e dal sottotono giallo.

Per ciò che concerne la durata, per il prodotto che è, ossia in polvere libera, posso dire che è assolutamente ottima: su di me, applicato al mattino prima di uscire di casa, la sera al momento dello struccaggio ho ancora diverso prodotto che rimane sul dischetto di cotone.
Come tutte le polveri, il viso deve essere ben idratato e nutrito, pena l’evidenziazione di eventuali rughette (anche di espressione) e di pellicine che andranno inevitabilmente sollevandosi. Inoltre se si vuole maggior coprenza, consiglio di applicarlo mescolato con un po’ di crema idratante (più che a pennello bagnato), perché trovo dia un effetto molto più naturale che non eccedendo a prodotto asciutto, rischiando un brutto effetto maschera.
Per concludere non posso che ritenermi assolutamente soddisfatta del prodotto in questione, pur utilizzandolo con una certa assiduità, il richiedere una quantità minima di prodotto, fa sì che io a distanza di un annetto abbia ancora la jar quasi completamente piena.

Principi funzionali
ARGAN (argania spinosa): antiossidante, idratante, elasticizzante, rassodante, levigante, antinfiammatorio, decongestionante.
GIRASOLE (helianthus annuus): antiossidante, emolliente, idratante, rigenerante delle cellule della cute.

INCI Mica, Kaolin, Zea Mays (Corn) Starch [1], Silica, Zinc Stearate, Glyceryl Caprylate, Tocopherol, Parfum (Fragrance), Argania Spinosa (Argan) Kernel Oil [1], Helianthus Annuus (Sunflower) Seed Oil [1], Può contenere (+/-): Ci 77891 (Titanium Dioxide), Ci 77491 (Iron Oxide), Ci 77492 (Iron Oxides), Ci 77499 (Iron Oxide)
1.da agricoltura biologica controllata

Formato: 10 gr
PAO: 12 mesi
Prezzo: 4,99 €

Conoscete questo prodotto? Avete una preferenza per i fondi minerali a polvere libera come me o ne preferite altri?
Ciao!
S.

Nessun commento:

Lapino bio. Powered by Blogger.